• BarbaraPapiniFloriterapia

Il ruolo del gioco e della Floriterapia nello sviluppo cognitivo del bambino

Aggiornato il: 29 ott 2019

Lo sviluppo cognitivo è il processo di acquisizione della conoscenza e dell’apprendimento.

In questo processo sono implicati alcuni aspetti come comprensione, ragionamento, pensiero, soluzione ai problemi, concettualizzazione.

Attraverso il gioco, fin dalla più tenera età, il bambino apprende il significato di tutto ciò che lo circonda. Il gioco infatti è il modo spontaneo con cui egli giunge a comprendere il mondo al fine di adattarsi all’ambiente; è la comprensione stessa a dare origine alla conoscenza.

Durante il processo di crescita egli passa attraverso diverse fasi: da piccino il suo pensiero é magico (io bambino sono magico e faccio accadere le cose), successivamente animistico (io bambino sento che tutte le cose hanno un’anima, anche quelle inanimate) per poi indirizzarsi verso il pensiero logico (io bambino mi accorgo che ad ogni azione segue una reazione e che ad ogni causa segue un effetto).

La comparsa del pensiero logico non esclude che il processo di problem-solving resta legato principalmente ad eventi concreti che provengono da esperienze sensoriali.

É molto importante tenere presente quanto l'intelligenza e l'apprendimento sono sostenuti da pattern di azione non dissimili dai riflessi, già presenti alla nascita. Tali pattern si trasformano, si adattano, si combinano e diventano sempre più complessi ma necessitano di esperienze sensoriali che il gioco fornisce e la giovialità che il gioco stesso favorisce.

Bruce Lipton nel suo libro intitolato “La biologia delle credenze” scrive:

“E’ il gioco (e non la programmazione) la chiave per ottimizzare l’apprendimento dei bambini. I bambini hanno bisogni di genitori ed educatori capaci di stimolare in modo divertente la curiosità, la creatività e la meraviglia.”

Mentre Françoise Brissard, nel suo libro “Visuale o uditivo?” risponde alla domanda: Perché non sta attento?” con questa affermazione: “Quando si sollecita l’attenzione di un bambino, egli sa soltanto che deve ascoltare o guardare, così apre le orecchie, spalanca gli occhi e aspetta che succede qualcosa. In ciò che ascolta e in ciò che immagina appariranno ben presto una parola, un’immagine, che faranno nascere in lui impressioni, idee, richiameranno ricordi. In quei momenti il bambino è occupato completamente da ciò che succede nella sua testa e al suo mondo delle percezioni (come del resto capita anche all’adulto). Invitiamo quindi i bambini ad essere sensoriali e curiosi, a ricordare le immagini evocative, i suoni evocativi, ed offriamo loro occasioni di ripetizione e di aggiustamento correttivo, ricordandosi il valore aggiunto del divertimento”



Nel contesto educativo la Floriterapia è una valida alleata del bambino, del genitore e dell’educatore. la vibrazione del rimedio Floriterapico riaccende la curiosità, allevia la stanchezza, aiuta a canalizzare l’attenzione, favorisce l’assimilazione, migliora la capacità di apprendimento.

Di seguito alcuni rimedi #BushFlowerEssences a sostegno del gioco, della giovialità, della fatica e della meraviglia:


Turkey Bush sia per gli adulti che per i bambini, per il suo contributo all’espressione della propria creatività, ridonando fiducia nelle proprie capacità artistiche.

Little Flannel Flower per il suo sostegno nella riscoperta della voglia di giocare e di scherzare, di divertirsi; consente inoltre al genitore ed all’educatore di ricontattare il proprio “bambino interiore” e divenire più empatico nei confronti dei bisogni dell’infanzia

Crowea sia per il suo contributo in qualità di miorilassante che di sostegno nei momenti di ansia che giungono quando si è in situazioni di tensione e stress (come per esempio in previsione e/o durante un compito in classe od interrogazione) donando equilibrio e benessere

Bush Fuchsia per la sua capacità di favorire la comunicazione interemisferica cerebrale, attenuando le difficoltà di apprendimento e d’espressione che possono derivare da una marcata lateralizzazione funzionale. Migliora la fluidità verbale.

Isopogon a sostegno della memoria, per ricordare con più facilità ciò che è stato appreso precedentemente grazie alla sua capacità di rendere l’inconscio più accessibile

Jacaranda per il suo contributo ad attenuare la sovra-eccitazione conferendo calma, equilibrio, chiarezza di pensiero e concentrazione

Paw Paw per il suo sostegno nell’assimilazione, integrazione ed apprendimento di nuove idee ed informazioni. Ottimo rimedio per chi studia.


Concludo con linvito di una grande donna che stimo e ammiro: #MariaMontessori

La Montessori ha sempre esortato noi adulti ad “aiutare i bambini a fare da soli”.

E nulla è più vero di questo semplice consiglio: aiutateli quando è necessario ed abbiate la pazienza di lasciarli liberi di commettere errori in modo che trovino la strada migliore da soli. Permettete loro di avere spazio/tempo per l’ozio e la noia, validi sostenitori della creatività. Questo consentirà ai bambini di conservare l’abilità acquisita durante le scoperte, l’assenza della frustrazione del fallimento, la felicità di chi ci ha messo del proprio per giungere al risultato desiderato.


25 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
Immagine1.JPG

Tel: +39 366 8169280

©2019 Barbara Papini. Built by Massimiliano Figini