• BarbaraPapiniFloriterapia

Quando l'orologio della vita scocca il tempo della pensione: ecco il tempo del “sentire”

Aggiornato il: 1 lug 2019

I sostegni floriterapici australiani nel processo di accettazione del naturale trascorrere della vita.




La psicologia dell’invecchiamento è un campo di indagine che si è sviluppato nel nostro secolo in seguito al progressivo aumento della vita media ed in risposta alla necessità di realizzare forme di previdenza per gli anziani. Dalle ricerce biomediche, psicosociali e psichiatriche sono emerse considerazioni di valore che ci consentono di identificare i rimedi floriterapici adatti al sostegno della complessa sfera emotiva di questa particolare fase della vita dove, nel breve volgere di pochi anni, l’adulto si trova ad affrontare una fase di trasformazione molto rapida a cui spesso è impreparato.

Tra i fattori più significativi si possono menzionare:


- La condizione di pensionamento che elide quella rete di rapporti sociali in cui la persona aveva sviluppato la parte centrale della sua vita
- La riduzione del reddito
- La perdita di congiunti ed amici
- Il dispiegarsi di tempo libero senza una rete di riferimento

Il senso di solitudine è il sentimento che generalmente prende il sopravvento. In realtà spesso non si tratta di una situazione che si è venuta a generare, bensì di uno stato che è sempre esistito ma che era mascherato dal ritmo frenetico e ben scandito della quotidianità volta alla produttività.


Tale tempo era infatti occupato nell’ordine del “fare” a detrimento di quello del “sentire


Al soggetto “adulto” promosso ad “anziano” vengono ora rapidamente a mancare luoghi e modi di fare che prima costituivano l’incessante quotidianità; se a queste condizioni oggettive si somma la soggettiva disabitudine a contattare la propria interiorità, la risultante è un forte sbandamento. E’ bene sapere che la depressione che investe l’anziano differisce dalla depressione dell’adulto perché nel primo viene a mancare quella progettualità che nel secondo è illuminata dalla speranza possibilistica e dal potenziale vitale. Inoltre il senso dell’impermanenza (caro alle filosofie orientali e poco supportato se non addirittura celato nella cultura occidentale) nell’anziano non si presenta più come una probabilità, bensì ha il sentore dell’ineluttabilità.



Quali emozioni e stati dell‘animo esaltare

Ottimismo.

Sostenuti dall’Ottimismo potremo rimuovere modelli negativi e di sfiducia, promuovendo accettazione e consentendo un’apertura mentale ed emotiva che permetterà di scorgere e godere dell’abbondanza già presente.


Alcuni rimedi floreali


• Southern Cross per stimolare un atteggiamento positivo

in contrapposizione all’autocommiserazione e al pessimismo. Utile a chi unisce alla nostalgia il sentimento di rifiuto ed accettazione del flusso naturale della vita.

• Sunshine Wattle il rimedio che risveglia la gioia e l’ottimismo, favorendo il riaccendersi dell’interesse per il presente.


Questi sono alcuni esempi di Rimedi Floreali Bush Flower Essences che possono essere utilizzati. Molti altri potrebbero essere adatti; il colloquio sarà la modalità attraverso la quale individuerò l'emozione ed il rimedio in grado di armonizzarla.



Ciò che conta davvero

Daniel Goleman nel suo libro “Intelligenza sociale” dedica il proprio epilogo a quello che a suo avviso “conta davvero”, scrivendo che molto di ciò che rende la vita degna di essere vissuta a qualsiasi età deriva dalla sensazione di benessere, felicità e senso di appagamento di cui le relazioni di buona qualità sono una delle migliori fonti. Egli considera le relazioni al pari di vitamine emotive in grado di supportare in momenti difficili e di garantire un nutrimento quotidiano di positività. Tutto può cambiare partendo dall’atteggiamento: in supporto ai rimedi, invitiamo i nostri assistiti a partecipare ad occasioni di gioviale condivisione e di tempo ricreativo adatto all’età.


#depressionepensionamento #depressione #pensione #vecchiaia #sentirsivecchio #solitudine




20 visualizzazioni
  • White Instagram Icon
Immagine1.JPG

Tel: +39 366 8169280

©2019 Barbara Papini. Built by Massimiliano Figini